ESTHETIC MEDICAL LASER

Rosacea

L'acne rosacea o semplicemente rosacea è una dermatite cronica che interessa di solito l'area centrale del volto e si manifesta con eritema, con teleangectasie e con lesioni acneiformi (cioè con papule e pustole simili a quelle dell'acne). Colpisce solo rarissimamente gli individui di colore, mentre è abbastanza comune negli individui di carnagione chiara, più spesso di discendenza dell'Europa nord occidentale. L'età di insorgenza è fra i 30 e i 50 anni, ma talvolta esordisce in epoca più precoce (puberale o post-puberale). L'eritema (pelle arrossita) è la prima tappa evolutiva e interessa guance, naso e fronte, ma può presentarsi, meno spesso, anche su collo e torace. Durante il decorso, possono svilupparsi altri sintomi come eritema semi-permanente, teleangectasie (dilatazione dei vasi sanguigni superficiali del viso), papule e pustole, occhi gonfi e arrossati, sensazioni di bruciore e, in stadi avanzati, naso rosso e ingrossato. La malattia può essere confusa e/o coesistere con l'acne comune e con la dermatite seborroica. L'acne rosacea colpisce entrambi i sessi, ma è almeno tre volte più comune nelle donne.

Il disturbo vascolare a carico della microcircolazione cutanea è estremamente importante ai fini della comprensione delle scelte di cura con l’energia luminosa che costituiscono il primo approccio nelle fasi iniziali della forma.
Il trattamento con la luce pulsata intensificata (IPL) permette di graduare e personalizzare la terapia, permettendo al paziente di riprendere le proprie attività poco dopo la seduta che dura pochi minuti. Il meccanismo della luce pulsata è basato sul principio della fototermolisi selettiva cioè dell’emissione di una luce che venga assorbita specificamente dalla emoglobina; questa è contenuta all’interno del globulo rosso a cui conferisce il tipico colore, il globulo aumentando di temperatura trasferisce il calore al capillare in cui transita creando un danno termico alle pareti con conseguente chiusura dei vasi “malati” che verranno rimpiazzati da altri normali, senza creare danni alla pelle circostante.
Il trattamento produce miglioramenti immediati e protratti, gli effetti indesiderati sono rari ed il disagio tollerato
Un trattamento prolungato con la IPL produce, oltre alla riduzione della componente vascolare, una riduzione della componente papulo  -pustolosa ed atrofica della cute.

Dopo la seduta si deve evitare l'esposizione solare per almeno tre settimane. Per ottenere un risultato buono e stabile sono necessarie più sessioni da eseguirsi a distanza di circa 20-30 giorni di distanza l'una dall'altra.