ESTHETIC MEDICAL LASER

Flebologia

La flebologia è da tempo considerata una disciplina ad indirizzo estetico in quanto molti dei suoi disturbi sono ad impatto prevalentemente estetico, anche se legati ad una presenza di alterazione della circolazione venosa superficiale periferica o linfatica. Si tratta della scienza che si occupa della diagnosi e cura delle malattie delle vene (dal greco Flebs = vena). Spessi i pazienti chiedono che differenza ci sia con l'Angiologia.

Questa si occupa delle malattie dei vasi in generale (dal greco Angheiov = vaso), quindi comprende anche la flebologia.
La Linfologia si occupa della circolazione linfatica. Questa scienza è spesso associata alla Flebologia perché i disturbi linfatici si associano spesso a quelli venosi.

CAPILLARI -  I “capillari” (termine comune per definire le teleangiectasie degli arti inferiori) rappresentano una patologia molto sentita da parte delle donne. In Italia la comparsa e la progressiva intensificazione dei capillari è un fenomeno che coinvolge circa il 20 % dei soggetti di sesso femminile. In alcuni casi il fenomeno è lieve, si autolimita e generalmente non incide complessivamente sull'aspetto estetico delle gambe, in altri casi le teleangiectasie sono così numerose e visibili da comportare un vero e proprio problema psicologico. Oltre agli arti inferiori,le altre sedi in cui si possono rilevare sono il tronco, il volto e l’addome.

INSUFFICIENZA VENOSA - L'insufficienza venosa determina una condizione nella quale le vene non favoriscono il ritorno del flusso sanguigno al cuore. Questo problema si verifica più spesso nelle vene delle estremità inferiori. Nei casi di insufficienza venosa si determina quindi un rallentamento del flusso sanguigno, per cui il sangue tende a ristagnare nella parte inferiore delle gambe. Il rallentamento del flusso sanguigno dovuto a insufficienza venosa riduce anche l’apporto di ossigeno e di sostanze nutritive alle pareti del vaso venoso.

COSA SONO LE VENE VARICOSE? - Il termine varice significa dilatazione, tortuosità.
La varice è quindi una dilatazione della vena che tende successivamente ad assumere un aspetto tortuoso; molto spesso le varici formano una vera e propria rete, da cui la definizione "varici reticolari".
Possono essere più o meno visibili in rapporto alla profondità o alla superficialità del loro decorso.